Marco Squarcia

 


Reale

Colpito ed affondato,
ho rivolto altrove il mio sguardo.
Vergognoso, inacidito.
Mi rimane dentro il cuore,
quella vista dei seni nudi,
delle mani vinte giunte davanti all’aguzzino.
Implorano una pietà scomparsa da tempo,
spazzata via e mai più ritornata.
Ho paura di vedere,
ho paura di sapere cosa siamo diventati.
Rosso.
Sgorga a fiumi, chiudo gli occhi.
Cammino, corro, fuggo.
Lei cade, non si rialza,
umiliata per sempre.

Un suono inascoltato

Orecchie sensibili,
nascondono fauci arrabbiate.
Quelle grida non mentono,
sono facili da riconoscere,
potenti come lame taglienti.
Da dove vengono, chi le emette?
Mi affaccio dalla finestra,
corse per le vie, gente in strada.
Bambine, sono solo bambine,
mio Dio!
Nude sul selciato, bagnato dall’acqua del cielo.
Dietro di loro il patrigno,
con un bastone in una mano e il Diavolo nell’altra.

Piccoli Angeli

La trovarono,
ciò che di lei restava.
In quella sudicia cantina,
che aveva visto più di tutti gli altri.
I continui abusi del padre,
l’avevano trasformata.
Maria non era più una ragazza,
era un mostro.
Per anni, terribili,
crudeli,
aveva sopportato una segregazione familiare.
Lei bambina bionda,
occhi azzurro cielo,
contrasto divino.
Vita spensierata,
senza pensieri,
da bambina.
Finchè il padre,
la portò lì sotto,
al buio.
Lei non capiva,
aveva un’amara fiducia,
poi lo sguardo del padre,
urla infinite.
A nulla servì,
la mamma sapeva tutto,
ma taceva, spaventata,
violentata nell’anima.
Maria venne privata della sua dignità.
Per anni.
La trovarono appesa ad una trave.
Si era liberata, da sola.

L’ultimo filo di voce

Guardami o specchio,
mi riconosci?
Sono paralizzata dal dolore,
mi muovo a fatica,
non cerco Dio,
ho perso la speranza.
Continua la mia vita,
tormentata,
per i miei figli.
Non li farò toccare dal mio uomo,
ciò che è diventato il mio uomo.
La mia pelle piange,
mi supplica di smetterla,
denuncia.
Non posso, ho paura.
Gli zigomi gonfi, rotti.
Le mie labbra spezzate,
i miei capelli tirati,
i miei lividi riflessi.
Lo faccio per loro,
piccole creature indifese.
Fino al mio ultimo filo di voce,
lo faccio per loro.

Ribellione

Coltelli,
lame,
fendenti dritte al mio petto.
Le voci dei miei familiari,
mi straziano,
illusa in gioventù,
consapevole ora, matura.
Marito, padre, fratello,
sono la loro schiava.
Sesso, duro, violento.
Ogni volta un dolore diverso,
ogni volta un silenzio frustrato.
Basta.
Ribellione, parlo.
E’ finta, rinasco, rivivo.
Sono una donna,
sono una vita. 

89 commenti Aggiungi il tuo

  1. Fabiano ha detto:

    Complimenti, molto bravo!

    "Mi piace"

  2. Matteo ha detto:

    Davvero belle complimenti!sei un grande!

    "Mi piace"

  3. Elisa ha detto:

    Tutto questo dolore pesa sul cuore!Purtroppo è realtà.

    Complimenti a Marco

    "Mi piace"

  4. Ercoli Anselmo ha detto:

    Le parole di queste frasi sono davvero potenti.
    Complimenti!

    "Mi piace"

  5. rizzia ha detto:

    Trapela la verita’ …..i sentimenti soffocati dalla paura…fai luce dove c e’ il buio…..complimenti

    "Mi piace"

  6. Stefano Carini ha detto:

    Complimenti Marco non è facile far poesia di certi argomenti e non è facile raccontarli tramite la voce di una donna

    "Mi piace"

  7. simone c ha detto:

    Bravissimo!

    "Mi piace"

  8. GAETANO CATALANI ha detto:

    Complimenti! Sono poesie di denuncia che penetrano nell’anima e ci fanno riflettere

    "Mi piace"

  9. Germana ha detto:

    Bellissimo Marco, denota la tua grande sensibilità

    "Mi piace"

  10. Moreno ha detto:

    Bel lavoro Marco, complimenti!! Un po’ duro, però! Strano avere visione del mondo così alla tua età, necessario guardare al futuro con speranza!

    "Mi piace"

  11. Valerio ha detto:

    Molto profondo e diretto .

    "Mi piace"

  12. Thomas ha detto:

    Parole che fanno rumore nel cuore di chi le ascolta e non solo le sente o legge… A chi capisce e impara a “vedersi” allo specchio. Pensieri profondi e importanti come l’anima di chi li libera. Sono orgoglioso di essere tuo amico. Grande Marco.

    "Mi piace"

  13. Gloria ha detto:

    Parole affilate che arrivano dritte al cuore e fanno male. Bravo!

    "Mi piace"

  14. Chiara ha detto:

    Complimenti Marco! Sono parole che ti restano dentro per quanto sono forti.. veramente delle belle poesie. Fiera di conoscerti.

    "Mi piace"

  15. Matteo ha detto:

    Bellissime, molto bravo.

    "Mi piace"

  16. Valeria Marzi ha detto:

    Parole bellissime e profonde ! Complimenti !

    "Mi piace"

  17. Mara ha detto:

    Parole che si trasformano in immagini che arrivano dritte al cuore. Emozionante! Complimenti!

    "Mi piace"

  18. Rosa Botta ha detto:

    Graziee caro Marco,Quelle Che hai scritto non sono Parole,ma emozioni Che restano e vibrano dentro l’anima di chi sa ascoltare quei lamenti..In specialmodo a Chi ha vissuto gia’tale esperienza Sulla propria pelle anche se non proprio uguale ma sempre violenza resta,mi hai fatto piangere..ti auguro con tutto il cuore di vincere..lo meriti…

    "Mi piace"

  19. Irene ha detto:

    Parole molto toccanti! I miei complimenti Marco!

    "Mi piace"

  20. Sandra ha detto:

    Bravo Marco!

    "Mi piace"

  21. da ha detto:

    Complimenti molto belle

    "Mi piace"

  22. lallo ha detto:

    Parole semplici e dirette, crude e nude ma reali

    "Mi piace"

  23. clac ha detto:

    Veramente dure ma efficaci poesie sociali

    "Mi piace"

  24. Paul ha detto:

    Stucchevoli saggi di una rara potenza vitale, bravissimo

    "Mi piace"

  25. Vale ha detto:

    Poco ti ho conosciuto, ma da queste parole, capisco cosa hai dentro. complimenti!

    "Mi piace"

  26. daniela ha detto:

    Vedo sofferenza, sofferenza di donna. Una donna, bambina,adulta,donna. Un dolore che non geme rancore, ma è solo lo specchio del dolore delle nostre amate donne. Grazie, momenti crepuscolari hanno colorato il mio volto di donna.

    "Mi piace"

  27. francy ha detto:

    Bellissime

    "Mi piace"

  28. manu ha detto:

    Bellissime Marco. Bravissimo

    "Mi piace"

  29. lori ha detto:

    Molto belle

    "Mi piace"

  30. ale ha detto:

    complimenti Marco, non sapevo fossi diventato cosi bravo!

    "Mi piace"

  31. LUKE ha detto:

    complimenti, molto profonde anche se descrivono una realtà che purtroppo è ancora seria

    "Mi piace"

  32. Graziano F. ha detto:

    Congratulazioni

    "Mi piace"

  33. ge ha detto:

    belle

    "Mi piace"

  34. babysani ha detto:

    bravo Marco, uno degli orgogli cittadini!

    "Mi piace"

  35. denise ha detto:

    bravissimo marchetto

    "Mi piace"

  36. avelio ha detto:

    Molto bravo, con affetto, Avelio

    "Mi piace"

  37. Voti utili ai fini del concorso 83

    "Mi piace"

  38. Sofia ha detto:

    Fantastiche! Parlano di temi molto delicati con decisione e sensibilità allo stesso tempo. Complimenti Marco, continua così!

    "Mi piace"

  39. sabrina ha detto:

    Tematiche forti, purtroppo sempre vive ed attuali, trattate con la stessa forza ed impatto che meritano. Complimenti!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...