Roberto Colonnelli

ventre1

Lividi sulla pelle

Lividi sulla pelle
squarciano in due
l’anima di un donna

Brucia l’anima
come le fiamme dell’inferno
il cuore
non lo sente più
pulsa vuoto d’amore

Gli occhi urlano
mentre le scivola dentro
la violenza.

Il tempo scorre inesorabile
fra mani sporche e sconosciute
i minuti sembrano secoli
mentre di lei possiedano
con forza ogni angolo di corpo.

Stesa al terra
stremata
quasi morta tra le braccia
della violenza
con lo sguardo perso
senza voce
grida: ”PIETA’”.

Nel buio

Nel buio di questo letto
in questo vuoto d’amore
colmo di violenza
il dolore mi ha reso fragile.

Nel Silenzio di me stessa
nascono le mie paure
e si estendono
senza uscire dal cuore.

Nel buio tra queste mura
mi riprometto di lottare
poi resto muta ad osservare
il mio carnefice
prendere la mia vita
senza chiedere.

Il mio carnefice che di me abusa
allo stesso mio tavolo mangia
e seduti nella medesima realtà viviamo
ma solo quando lui esce
e se ne va, io sorrido.

Questo corpo

Questo corpo
ha segni di colpe
che non ho.

Queste braccia
hanno stretto
l’amore che non ho.

Queste mani
hanno imparato
a stringere la vita
fino a farla gocciolare
tra le dita.

Questo corpo
ha cicatrici
insulti e lividi
sulla pelle
da guarire.

Questo corpo
non ha respirato
finché
non l’ho denunciato,
fino a quando
non ho imparato
che io sono mia
e che nessuno
ha il diritto di me.

La vita è una conquista
e non mi ha fatto sconti
ma è stato bellissimo
incamminarmi scalza
senza meta
verso me stessa.

IL BUIO INVASE LA SUA ANIMA

Vestiti stracciati
lividi di violenza ovunque
il buio invase la sua anima
il respiro smise di respirare
il suo cuore si spezzò in due
e dall’anima uscirono gocce di sangue.

Inverno senza abbracci

Se riuscissi
vorrei come sabbia
in mille pezzi sbriciolarmi
poi in una bolla
di sapone ricompormi.

Se riuscissi vorrei
volare e dire al cuore
di battere anche capovolto
di sparire e magari
apparire in un punto a caso.

Se riuscissi vorrei
non trovarmi sempre al centro
del dolore, di lui che pretende
che incolpa e colpisce.

Se riuscissi vorrei
trovare la forza
di schivare in tempo
ogni colpo preso
per uscirne viva
da questo destino
di soli lividi
da questo inverno
senza abbracci.

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. silvana ha detto:

    Sono intense, scritte da un uomo ancor di più

    "Mi piace"

  2. Gabi ha detto:

    Bellissime le tue narrazioni Roberto 😊💖👍

    "Mi piace"

  3. Voti utili ai fini del concorso 2

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...