Antonella Brugiatelli

766f35bafa258b26803326724d6803d7_XL.jpg

Fiori poveri

Fiori poveri

Calpestati recisi

Tagliati presto

Neppur degni d’attenzione

Mai seminati

Ma sbocciati nel prato tra le erbe infestanti

Attirano solo sguardi noncuranti

Che non si accorgono

Dei colori delicati

Delle forme

perfette miniature di fiori pregiati

Fiori poveri mai amati

Fiori poveri mai donati

Poveri fiori solo bruciati….

E tu

Come un fiore povero

Reciso

Tagliato

Calpestato

Bruciato da quel raggio infuocato

Di disprezzo mascherato

Tornerai

Con la tua indomita radice

A fiorire di nuovo

Povero fiore…

Come un fiore povero.

 

 

 

 

 

Perché non hai imparato ad amare?

Uomo innamorato

Di un tuo pensiero

Di donna virtuale

Senza nulla di reale

Se non un corpo un cuore una mente

Sua individuale….

Annientata dal tuo pensiero ossessivo

Da un amore possessivo

Amore?

Gesti atroci

Camuffati da parole suadenti

Sguardi vuoti

Capaci solo di vedere

L’immagine proiettata

Della tua mente malata…..

Non sai il colore dei suoi occhi

Perché mai hai incrociato il suo sguardo…..

Non conosci il timbro della sua voce

Perché senti solo l’eco di un suono a te congeniale…..

Uomo perché non conosci l’amare?

Neppure il suo bene

Che ti ha accolto al centro del suo cuore

Ti ha aiutato

A riconoscere l’amore………

Poi quella voce di donna si è alzata più forte….

E la paura ha sommerso la benevolenza….

E così hai sfogato tutta la tua violenza…

Hai martoriato

Ucciso

Dissacrato

Scaraventato nel profondo del suolo………

Quel corpo ormai inanimato

E sei fuggito

Vigliacco senza identità……..

Ma quella donna che ormai non c’è più

Per sempre al mondo griderà la sua dignità.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Maschere di ghiaccio

Maschere di ghiaccio

dalle punte acuminate

Che feriscono

la pelle l’anima e le stelle

Maschere feroci

che diffondono terrore

Che derubano l’amore

Che trattano la tua carne

di donna imbattuta

come merce scaduta

maschere di ghiaccio

scintillanti che brillano fredde

neppure il sole

non parco di calore

riesce a sgelare

maschere di ghiaccio

che imprigionano lo sguardo

che tessono la tela gelata

di una prigione dorata

nefando sguardo

nascosto celato

dalla visuale di un mondo buono e reale

maschere di ghiaccio

che non guardano le stelle

mute sentinelle

che attendono pazienti e amare

di poter perdonare …..

 

 

 

 

Un sogno brutto

Un sogno brutto

Un brutto sogno

Ma senza sonno

Occhi svegli vacui smarriti Increduli indecisi…..

Quel sorriso…. un sogghigno

Quelle mani….. dei macigni

Un’ilarità nociva…

Un veleno camuffato in un balsamo fiorente

Lo sgomento che attanaglia…

Ed il dubbio accresce la paura…

È un dolore?

È un’infamia?

È un castigo meritato?

O è un sogno un brutto sogno

E al risveglio

Un sospiro liberante

Di un’infanzia già sbiadita

Riporta la serena leggerezza

Ripulendo mente e cuore lordate da quelle ore…..

Si…. un sogno brutto…un brutto sogno

Ma senza sonno

E le impronte infangate

Seppur ben celate in quel cuore di bambina

Accompagnano le ore insonni

Dentro i sogni… brutti sogni.

 

 

 

 

 

 

Il velo nero

Un velo nero accartocciato

Dal mare rigettato sulla spiaggia ormai deserta

Un’onda lo maltratta

Lo ributta lo riprende

Lo stropiccia

E lo lava…

E lo lava e ripulisce

Da quel sangue ormai rappreso

Coagulato incastonato come pietra di valore

In quei buchi di tessuto sdramato…

Ma qell’acqua dal sapore salato

Non lo può né sciacquare né mondare…..

E nelle pieghe

Di quel velo malandato

Un urlo disperato rimane lì…..

Impresso stampato

Amplificato dal silenzio desolato

Della spiaggia ormai svuotata……

In quel velo nero non guardato

C’è uno sguardo senza luce

Nascosto svergognato

Derubato delle linfe sue vitali

Donna madre figlia…dentro il velo è custodito il suo grido di dolore

Ultimo respiro

Della vita ormai inghiottita

Da promesse ingannate…mancate….abbandonate.

 

11 commenti Aggiungi il tuo

  1. Maria paola rossi ha detto:

    ………Di grande profondità , delicatezza e sensibilità d’animo.con immenso affetto ed ammirazione mariapaola

    "Mi piace"

  2. Alessandra ha detto:

    Parole poetiche, profonde e sensibili dedicate a un tema così doloroso. Grande efficacia e capacità di suscitare emozioni.

    "Mi piace"

  3. Antonio Malandra ha detto:

    Leggono la realtà con molta sensibilità

    "Mi piace"

    1. Paola Petrolati ha detto:

      Composizioni che esprimono grande sensibilità e trasmettono grandi emozioni

      "Mi piace"

  4. Antonio Malandra ha detto:

    Leggono la realtà con profonda sensibilità

    "Mi piace"

  5. Antonella ha detto:

    GRAZIE

    "Mi piace"

  6. Casagrande Anna Carla ha detto:

    Parole profonde che denotano grande sensibilità e cosapevolezza per questo dramma che affigge sempre di più il nostro tempo

    "Mi piace"

  7. Maria giovanna ha detto:

    Grazie per averci regalato e condiviso le tue emozioni e il tuo cuore capace di far commuovere anche il mio!😍

    "Mi piace"

  8. Mara ha detto:

    Che belle e profonde parole!❤…
    Brava!
    Sei l’orgoglio della Via!😉

    "Mi piace"

  9. Cecilia ha detto:

    Hai una sensibilità speciale.
    Grazie Anto!

    "Mi piace"

  10. Paola Malandra ha detto:

    Parole sensibili e profonde che rispecchiano la personalità di chi le ha scritte. Complimenti Antonella sei unica!

    "Mi piace"

Rispondi a Mara Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...