Anastassia C. Angioi – Sezione A 2018

download (6).jpeg

Piccola

Quanta pulcinezza
e non saperla
Quanta tenerezza
non avuta
uccisa e dilaniata
dal gelo delle urla, sciupata dal silenzio di ogni non ritorno,
e ora,
di gracile sussurro e flebile coerenza

Un sole

È acuto
Molto acuto, che soffoca il respiro e toglie l’aria nei polmoni,
ma è acuto, non cronico.
Glielo assicuro.
Acuto, molto acuto. Che acceca le lacrime negli occhi
un sole bianco, non cronico. Passa. 
Voglio l’inverno per le ossa la pioggia sulle mani non solo freddo al cuore
cosicché possa rubarti, per coccolare i miei vuoti, il tuo maglione
Il caldo può far male
Bruciare piaghe il ghiaccio l’irrisolto il ricordo
L’amore

Che altro

Cos’altro potrei dirti, se non questo.
Anche gli angeli hanno paura

a volte
guance paffute di luci e stelle rosse
Aghi che pungono il sole
Anche le ali si fanno pesanti
se le apri e cadi tre volte
C’è qualcosa nel suo sogno di ironico e sperante
Si butta, sprofonda eguarda sotto
Un istante ancora quel sole
Trema al caldo di perdono e colpe
Anche gli angeli hanno paura

a volte.

Quanto vive una bolla?

Ho visto una bolla, aveva il tuo nome
L’ho inseguita ed abbracciata
sapeva di latte coi biscotti e

lacrime sul naso
Un attimo ancora poi è scoppiata
Quanto vive una bolla?

era esausta nel palmo della mano
contavo i respiri nella tasca del gilet che

mancavano a vederti
Ma ho la bocca insaponata di cristalli ed acqua sporca era
bella quella bolla pizzicava il cielo era
limpida la voglia di inseguirti ed abbracciarti
L’ho venduto quel gilet

quella voglia e quella borsa
E una bolla a poco prezzo
A un assassino
In piazza
Col tuo nome


Quanto vive una bolla?
Il giusto e quanto basta. Il tempo di un respiro.
Un attimo di eternità bagnata che rende felice

gli occhi degli umani.
Poi se ne dimenticano.
Ma questo alla bolla non è dato

saperlo

Parentesi

Si muore per una parentesi, sai
A prendersi cura
A inseguire la schiuma
A osservare i passanti su un muro e

due spine
A sperare nel tempo
Che cambi
A vedere nel buio

l’aurora
[io e te] castagne e camino
Ho compreso si muore
Per una parentesi, sai
(io e te]
Non l’avevo capito
Che si sparisce a non includersi mai

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Enzo Satta ha detto:

    Tutte bellissime.. ma la bolla .. è fenomenale

    "Mi piace"

  2. Alex ha detto:

    Splendide, commoventi, delicate.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...