Valeria D’Amico – Poesia Sez. A

E se fosse

E se fosse l’inverno a esplodere

come uno scandalo, un raggiro

l’inevitabile navigare ai margini

delle strade possibili, superflua

la certezza che si vive come si ama

e che ad amare si impara.

Si fa virtù di un vizio, quel celare

il calore che ancora ci appartiene

e che la vita a stento ci trattiene

poi dal sublimare, circondandoci

di spine, dove deborda lieve

la parodia dei giorni brevi

e noi abitiamo altri paesaggi.

Viviamo, invece, di contaminazioni,

di vite fragili sussurrate appena,

scampate ai naufragi quotidiani.

Di radicale c’è soltanto il taglio

di ogni apocalittica visione,

di ogni paradosso ed incoscienza,

che schiaccia agli angoli ristrettì

dalla notte chi ingoia solo pianto

e se dici che è chic solo per farmi

arrabbiare, rido di chi non ha più

il coraggio di dare al pane e al giorno

la conferma che la meraviglia esiste

solo per chi non si accontenta di orli,

muri e confini, del sentimento definito

dal persistere di più di centomila ego

come frammenti sparsi da un’unica esplosione.

 

Noi siamo la luce

Io sono il muro scrostato,

che non aspetta il decoro,

l’intonaco bianco, deciso,

che copre, che annulla…

Tu sei l’ago che scuce e ricuce

il dissenso, l’orlo piegato

sul filo del mare che

aspetta già sera, morendo.

Noi siamo la luce

a cui manca il giorno,

l’ombra spezzata

che si fa raggio,

il raggiro voluto

da un baro al destino.

E la tua voce ritorna,

con la forza dì un’eco

nello schiaffo dell’onda

che rattrappisce il dolore.

E nelle stanze vuote,

dove si agita il vento

senza smuovere tende,

né alzare la polvere,

resto, a mentire soltanto

al silenzio e aspetto che

il tuo Dio venga a parlarmi.

 

La vita

La vita non si vince e non si inganna,

si incide ogni giorno in superficie

quanto basta a ricamare ipotesi

che sconfesseremo poi con altri

postulati e sillogismi, impressi come

effimeri colori sulla carta e orme

perdute quasi sempre nelle brume.

La diffidenza detta sillabazioni mute

fra i proclami di chi è più incline

a camminare dritto sui crinali, sfida

perpetua all’incentivo di trovare

gangli fra le muraglie esposte, semi

da condividere e farne ancora pane

per bocche già arrese da sfamare.

È una frazione di secondo quella

che mitiga all’alba l’istinto di morire,

sconfinamento lieve dentro un sogno.

Si vive un po’ di sovrapposizioni,

di carte distribuite ad arte e dadi

da tirare a sorte. La persistenza, sai,

più non si addice ai sentimenti e

anche gli accenti spesso si lasciano

spostare a destra e manca. Si vive

senza compitare sillabe, si dimentica

troppo spesso il profumo delle rose.

Nel solco tra le righe, nello spazio breve

di una virgola e un sospiro, nel bianco dei

margini, approdo di un giudizio, restiamo

noi soli e questo crepitare di orli incisi,

come corolle assopite ad aspettar la pioggia.

 

Troppo mare (A mia figlia)

Io me ne sono accorta, sai,

che ho messo troppo mare

nei tuoi occhi e affamano così

il silenzio che ti sfiora appena.

Ho preparato le mie esche,

il verme è vivo, quasi mi sorride.

Dovrei pescare con lentezza,

perdere lo sguardo in un abbaglio,

lasciare il vento entrare fra le mani,

solleticare lieve i sensi e far di me

essenza e ombra su uno scoglio.

Solo così potrei arrivare forse

a ritrovare una goccia di me stessa

nel tuo sguardo, capire se c’è anche

qualche spiga nei tuoi occhi, un fiore

magari o forse solo terra da afferrare,

per camminare insieme a te nei giorni

che verranno con un fardello di ombre …

Non sono brava a stare in piedi sui pendii,

lo sai, è solo la meraviglia svelta

di un abbraccio che mi può salvare,

riportarmi indietro all’esserti grembo,

sentirti nella carne farti dolcemente figlia.

 

 Averne ancora    

Averne ancora di anni

per dirti il senso del non detto,

decidere di attribuire al dato

insignificante del momento

l’ingombro del finire nella sera,

spargere sul campo delle attese

storie da ricordare poi nel buio

dei dolori che verranno, quando

senza vergogna a stento si reggerà

la carne e le mie ossa si ostineranno

a tremare come canne percosse

dal vento di Ponente e tu, mio bene,

senza pudore piangerai le sere

in queste stanze chiuse senza tende.

La bellezza del giorno ti basterà

appena, per ingoiare il tempo

degli inganni e della prigionia,

ma tornerà a fiorire il gambo spoglio

nel muro sghembo della nostra casa,

strapperai il foglio del calendario

stinto e solo l’ombra resterà

del chiodo distorto dall’attesa.

 

217 commenti Aggiungi il tuo

  1. Sabrina ha detto:

    Molto belle, complimenti.

    "Mi piace"

    1. Antonia Del Grosso ha detto:

      “la meraviglia esiste

      solo per chi non si accontenta di orli,

      muri e confini… :
      Molto bella e attuale, peche’ si cerca passione e speranza… e non false sicurezze senza calore😉

      Piace a 1 persona

  2. Rosanna Spezzati ha detto:

    I versi di Valeria D’ Amico indagano con maestria e raffinatezza , l’ animo e la vita nelle loro declinazioni. Anche la durezza e la morte conservano l’ amore che la poetessa nutre per gli esseri umani e l’ universo , un amore che la spinge a soffrire e gioire in comunione ed empatia con gli altri.

    "Mi piace"

    1. Mimmo Ragno ha detto:

      Complimenti Prof 💕💕💕

      "Mi piace"

  3. Irene ha detto:

    Troppo mare…magari sapessi rivolgermi così ai miei figli!

    "Mi piace"

  4. Irene ha detto:

    Grande sensibilità….❤️

    "Mi piace"

    1. Irene ha detto:

      E se fosse….tutto bello come queste poesie?

      "Mi piace"

  5. Sabrina ha detto:

    Poesie emozionanti.

    "Mi piace"

  6. Tiziana ha detto:

    Che meraviglia! Le tue poesie mi allietano questa affannosa quarantena! E se fosse e la poesia per tua figlia le adoro ancora di più 💕

    "Mi piace"

  7. Ester ha detto:

    Molto belle

    "Mi piace"

    1. Terry ha detto:

      Molto interessanti tutte le tue poesie piene di calore amore e romantica nostalgia brava

      Terry

      "Mi piace"

  8. Alfredo ha detto:

    Intense e vibranti

    "Mi piace"

    1. Maria Laura De Lucia ha detto:

      Bellissimi versi

      "Mi piace"

  9. Agata Soldo ha detto:

    Grande padronanza della parola e ricerca di immagini suggestive sono le prime caratteristiche che colgo nei tuoi componimenti

    "Mi piace"

    1. gabriele borgna ha detto:

      Un piacere da leggere

      "Mi piace"

      1. nostalgicafedericiana ha detto:

        Grazie

        "Mi piace"

  10. Irene ha detto:

    Tutte molto belle 🌺

    "Mi piace"

  11. Gabriella ha detto:

    Cosi’ profonde e sentite le tue poesie Valeria💓 smuovi la mia anima 💓bellissime complimenti💋

    "Mi piace"

  12. Rosanna Spezzati ha detto:

    Valeria D’Amico, la voce poetica della realtà quotidiana. Versi che pur trafiggendo la crudezza dell’esistere, rivelano sempre un tratto elegante e la sensibilità di chi li produce.

    "Mi piace"

  13. Alfredo Perrelli ha detto:

    Poesie intense ed intime

    "Mi piace"

  14. Alfredo ha detto:

    Poesie intense ed istintive!

    "Mi piace"

    1. Alfredo Perrelli ha detto:

      Valeria D’Amico riesce a trasmettere concetti e stati d’animo in maniera più evocativa e potente di quanto faccia la poesia strutturata, in cui le parole non sottostanno alla metrica. Concetti e stati d’animo intensi!

      "Mi piace"

  15. Alfredo Perrelli ha detto:

    La poetessa Valeria D’Amico ha proposto una serie di composizioni di particolare potenza ed intimità.

    "Mi piace"

  16. Lord Fred Perry ha detto:

    La poetessa Valeria D’Amico si è pregevolmente cimentata su piani differenti, intimi e talora dolenti: molto intensi. ottime poesie!

    "Mi piace"

    1. Andrea Vicentini ha detto:

      Mi piacciono tantissimo. Brava Valeria .

      "Mi piace"

  17. Alfredo Perrelli ha detto:

    Ogni composizione indica e definisce l’interiorità profonda della poetessa.

    "Mi piace"

    1. Tina ha detto:

      Poesie molto belle e profonde!

      "Mi piace"

  18. Lord Fred Perry ha detto:

    La profondità delle composizioni di Valeria D’Amico esprimono intense ed intime poetiche.

    "Mi piace"

  19. Lord Fred Perry ha detto:

    La struttura dei testi poetici della Poetessa Valeria D’Amico non
    non utilizza un senso unico, determinato come per la metrica: in tal senso
    riesce a trasmettere concetti e stati d’animo in maniera più evocativa e potente di quanto faccia la prosa, in cui le parole non sottostanno alla metrica. Eccellente!

    "Mi piace"

  20. Luisa Tota ha detto:

    A mia figlia.😘

    "Mi piace"

  21. Sabrina ha detto:

    Molto belle e toccanti.

    "Mi piace"

  22. Rosalba ha detto:

    Mi sono piaciute molto in particolare la prima poesia.

    Piace a 1 persona

  23. Rosalba ha detto:

    Ogni poesia è un’emozione.

    Piace a 1 persona

  24. Rosalba ha detto:

    Complimenti poesie meravigliose.

    Piace a 1 persona

  25. Maria Grazia ha detto:

    E’ poesia dell’anima

    "Mi piace"

  26. Maria Laura De Lucia ha detto:

    Bellissimi versi

    "Mi piace"

  27. Mimmo ha detto:

    Il tuo scrivere è favoloso

    "Mi piace"

  28. stefano baldinu ha detto:

    Poesia che avvolgono l’anima e la accarezzano in una polifonia intima di struggente bellezza

    "Mi piace"

  29. stefano baldinu ha detto:

    Versi questi di Valeria D’Amico, intensi, intimi, avvolgenti. Ci lascia catturare il cuore e l’anima.

    "Mi piace"

  30. stefano baldinu ha detto:

    Bravissima Valeria

    "Mi piace"

  31. stefano baldinu ha detto:

    Complimenti Valeria

    "Mi piace"

    1. Arianna ha detto:

      Complimenti 👏🏻👏🏻👏🏻❤️

      "Mi piace"

  32. Annamaria Perilli ha detto:

    Davvero belle e profonde. Un grande talento!

    "Mi piace"

  33. Maria Grazia Milauro ha detto:

    Valeria D’Amico, una lettrice dell’animo umano eccezionale, una comunicatrice senza pari. La vita che diviene poesia.

    "Mi piace"

  34. repanse ha detto:

    Intesità, raffinatezza ed eleganza che emozionano .. Complimenti infiniti
    (Giuseppe Guidolin)

    "Mi piace"

  35. Lorenzo Albano ha detto:

    bellissime….Troppo mare è da brividi

    "Mi piace"

  36. Michelangelo Pietradura ha detto:

    Valeria D’Amico mi ha emozionato notevolmente con i suoi versi che aprono insospettabili orizzonti dell’immaginario.

    "Mi piace"

  37. Francesco ha detto:

    Congratulazioni

    "Mi piace"

  38. Andrea Vicentini ha detto:

    I versi di Valeria non tradiscono mai.

    "Mi piace"

  39. Andrea Vicentini ha detto:

    Poesie bellissime come sempre , complimenti !

    "Mi piace"

  40. Andrea Vicentini ha detto:

    Intense.

    "Mi piace"

  41. Andrea Vicentini ha detto:

    Intense.

    "Mi piace"

  42. Arianna ha detto:

    Bravissima👏🏻👏🏻👏🏻

    "Mi piace"

  43. Arianna ha detto:

    Molto belle

    "Mi piace"

  44. Arianna ha detto:

    Brava❤️❤️

    "Mi piace"

  45. Arianna ha detto:

    ❤️❤️❤️

    "Mi piace"

  46. Chiara ha detto:

    😍😍

    "Mi piace"

  47. Chiara ha detto:

    Davvero molto belle♥️

    "Mi piace"

  48. Chiara ha detto:

    😍🥰

    "Mi piace"

  49. Chiara ha detto:

    Davvero molto belle😍

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...