La chiusa di Marianna della Penna

Andrea seduto guarda la grande quercia secolare, ha un tronco cavo, un’immensa grotta, dove ospitare bambini per i giochi a nascondino, con lunghi rami giunti fino a terra da ricongiungersi alle stesse radici, come se non volessero spaziare il cielo, ma solo ritrovare la loro origine nel groviglio del presente e del passato, formano ora…

V come volontà, V come vittoria di Silvana Stremiz

L’aria fresca del mattino colpì in pieno i tre ragazzi appena usciti dalla discoteca con negli occhi ancora quei repentini giochi di luce, nelle orecchie il martellare delle note diffuse a tutto volume e nelle gambe ancora l’adrenalina di una serata spensierata, durante la quale ogni problema, ogni ansia o paura sembravano essere svanite quasi…

La bambola di Franca Marsala

Clara non era mai stata bella, anzi era un piccolo mostriciattolo. Così la definivano i cari genitori, i due fratelli maggiori e la sua adorabile nonnina. E solo perché in una famiglia di biondi era nata bruna, anzi scura come il carbone. Aveva gli occhi e i capelli color ebano, la pelle olivastra. Era alta,…

Problemi di miopia di Simona Colaiuda

Un bambino con gli occhiali più grandi del suo viso la fissava curioso, seguiva con lo sguardo il movimento dei ricci che scomposti le ricadevano sulle spalle. Poi, rapido come si era fermato, riprese a succhiare il ciuccio che teneva in bocca e a giocare con la macchinina arancione che aveva in mano. Dovrei portare…

Storia di donna di Annamaria Marconicchio

Fin da bambina, Michela aveva dovuto imparare a mettere da parte ogni suo desiderio. Denaro in casa non ce n’era molto e i fratellini più piccoli avevano sicuramente esigenze maggiori delle sue. Nonostante la sua giovane età, sua madre le aveva più volte parlato delle difficoltà in cui versavano. Suo padre aveva un lavoro precario,…

La cantastorie di Valentina Lo Iacono

“Ma dov’è?”, “È arrivata?”, “Qualcuno l’ha vista?”. Erano queste le prime voci che cominciavano a spargersi quella mattina nella piazza principale durante il mercato. Si raccontava che venisse da molto lontano, che da anni andasse in giro per il mondo, di città in città, per esibirsi nella sua pièce teatrale. Il suo era uno show…

Un pianoforte nella notte di Stefania Maida

“Portali al monte dei pegni, è il posto giusto.” “Al monte dei pegni?” “Certo, cosa credi che accettano solo oro e gioielli? Ti rivelo un segreto, io porto sempre i regali che ricevo e che non mi piacciono. “ “Marina tu sei veramente cinica, vorrei avere un decimo della tua intraprendenza.” Disse Giovanna ridendo. “È…

Ghiaccioli per i talloni di Michele Veschi

“Mi ha costretto mia nipote a scrivere qualcosa, di pugno dice lei. Se dev’essere di pugno perché poi me lo corregge? Però la voce deve rimanere la mia, su questo è stata irremovibile. Comunque sia abbiamo pattuito di registrarlo. Lei fa le domande e io rispondo.” “Pasqua 2002. Vai nonno.” “Mia nipote non mi ha…